L’antropologa che è in me

E’ doveroso per me “preambolarmi”… prima di andare avanti con questo nuovo avventuroso blog, che vuole essere solo e unicamente sarcastico e dare uno schiaffetto alla realtà di oggi, alla vita dei single e anche dei non più single…

Sono una donna pseudo normale ( solo perché il concetto di normalità è davvero vasto che non voglio metterci mano..), socievole, psicologicamente non traumatizzata (non troppo almeno), non scrivo solare perché credo sia l’aggettivo più gettonato dal popolo femminile (e poi.. io solare quando mi girano i 5 minuti non lo sono proprio), caruccetta, laureata, masterata, lavoratrice, piena di interessi un po’ antiquati ma ancora in voga come la fotografia, il cinema, la lettura…e insomma tutte quelle cose un po’ tristi che si amano quando si superano i 30…

Ergo, non mi manca nulla, se non un compagno di vita (o di un pezzettino di vita!).

Però, fra una relazione non andata a buon fine, una storia che credevo reale invece era inventata nella mia testa, un “sono stanca non esco”, mi sono ritrovata circondata da amiche con il pansone e la fede al dito, e da quel momento la mia vita sociale è cambiata diventando da sociale a social.

Per carità, adoro i miei amici e i loro pargoletti, ma è obiettivamente difficile trovare qualcuno con cui passare un sabato sera senza parlare di pappine Mellin o di crisi del settimo anno.

Perciò ho cominciato a frequentare le chat, sperando di poter incontrare qualcuno simile a me, o comunque che abbia il mio stesso fine…ovvero conoscersi e perché no, magari piacersi e iniziare a frequentarsi; un po’ come si faceva nella mia memoria storica decenni fa, quando se ci si piaceva ci si fermava per un po’, senza cercare qualcosa di meglio altrove….

L’esperimento è riuscito così bene (leggete ironia nelle mie parole vero?!?!) che nell’ultimo anno e mezzo ho incontrato circa 40 ragazzi….si lo so, una media di quasi due al mese, ma le statistiche le vediamo dopo, e ancora non ho trovato una persona degna di memoria, se non di quella memoria che mi ha spinto a scrivere questo blog.

Stay Tuned!

4 pensieri riguardo “L’antropologa che è in me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...